Nulla

Nulla

A me piace credere che essere vecchi abbia in sé qualcosa di importante e nobile e cioè quello di vivere un periodo, l’ultimo della vita, che consente di rivelare a noi stessi la nostra vera natura, la nostra vera indole, la nostra vera personalità.

Ho detto vecchio, senza paura di dirlo anche se oggi è una parola bandita, oggi si deve dire, terza età, quarta età… ma a me piace dire vecchio, ci sento un che di orgoglioso ed importante, perché è solo essendo vecchi che la terza, la quarta, la quinta… età, cioè la Vecchiaia, ci appare, dopo una lunga gestazione, quello che siamo, quello che la vita ci ha fatto diventare, mescolando come in un caleidoscopio una miriadi di elementi: geni, famiglia, periodo storico, ambiente sociale, incontri, emozioni… e perché no, anche il fato, il destino

Io credo che ognuno di noi abbia bisogno degli anni della vecchiaia per poter comprendere ed accettare quello che veramente, ora, dopo una successione temporale dell’evolversi della vita, siamo diventati e penso alle esperienze belle o brutte dell’infanzia, allo sconvolgimento e all’acquietarsi delle forti passioni giovanili, alle affermazioni professionali o alle delusioni della maturità…

Solo nella vecchiaia possiamo ‘vedere’ con occhi più consapevoli, a volte con orgoglio, a volte con amarezza, ma certamente anche con occhi indulgenti quello che abbiamo realizzato vivendo. Ognuno di noi si augura una vecchiaia serena ma credo che non lo sia per tutti. Forse la può vivere serenamente soltanto chi ha la convinzione-sicurezza di aver ben operato o chi si è dimenticato degli errori commessi o chi si è assolto. Io a volte penso alle cose buone che ho fatto ed agli evidenti gli errori che avrei potuto evitare. Forse è per questo che sto vivendo la mia vecchiaia anche con serenità, malinconia, gioia e qualche piccolo rimpianto. Non mi fa paura il mio aspetto fisico: le rughe, i pochi capelli, il calo della vista dell’udito, la pancetta… ma piuttosto ho qualche volta la strana sensazione di essermi promosso senza comprendere che magari avrei dovuto fare qualche esame di riparazione, ma non si può ritornare indietro!

Nello stesso tempo, però, sono indulgente con me stesso, mi guardo indietro, sono soddisfatto di ciò che ho vissuto: una vita difficile, bella, un po’ sgangherata e sopratutto perché sono ancora capace di sognare, assaporare, progettare la vita.

La mia unica e irripetibile vita: solo un battito di ciglia tra due eternità. Una eternità prima del 28 Maggio 1942 ed una eternità successiva, quella di cui non conosco la non lontana data; e poi? della mia esistenza che cosa rimarrà? Ma quella sarà un’altra storia, che io non racconterò ma che forse è racchiusa in questa una piccola raccolta di versi.

Che resterà del soffio vitale, dei vagiti, del chiamare mamma, babbino mio, delle mie paure, della voglia di carezze della voce della mamma e del babbo.

Che resterà del mio cuore semplice, della mia infanzia amara e gioiosa, dei sogni fanciulleschi e limpidi della sognata scoperta del mondo.

Che resterà di me; di cosa io sono, della mia voglia di scoprire il cielo, della paurosa incompresa solitudine e le mille volte che, solo, ho pianto.

Che resterà del mio innamoramento, delle passionali carezze e dei baci,del profumo di un corpo femminile, della mia amorosa, tenera follia.

Che resterà del mio senso del dovere, dell’illusioni, dell’amore per il mare, l’azzurro misterioso dell’ universo, del Dio cercato e non mai trovato.

Che resterà della mia voglia di vivere, della mia piccolezza rispetto alla vita che tutto sommerge come una marea, mentre duramente cerchi di tornare su.

Che resterà del mio soffio vitalissimo, del mio resistere agli abissi dell’anima del mio infinito nulla, del mio piccolo, dell’essere uomo, della mia esistenza.

Solo un lieve, sfumato leggero ricordo, perso velocemente nel vento tumultuoso di una vita breve, magnifica e cattiva, che mi ha ghermito l’anima, lacerandola.

Che resterà della scoperta del mondo, del dispiegarsi delle verità della vita,

Che resterà di me? Niente, Nulla ! Niente Nulla! resterà di me.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...